Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2016/2017
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Corso di Laurea Magistrale in MANAGEMENT PUBBLICO
Settore disciplinare: 
STATISTICA (SECS-S/01)
Crediti: 
5
Anno di corso: 
1
Docenti: 
Ore di attivita' frontale: 
40

Obiettivi

L’insegnamento si pone l’obiettivo di rispondere all’esigenza crescente di attività statistica nella Pubblica Amministrazione (PA), anche fornendo allo studente competenze sull’ utilizzo di modelli quantitativi applicati, in linea con gli obiettivi formativi del Corso di Studi.
Il corso è caratterizzato dal trattamento di argomenti connessi: (1) alla valorizzazione dell’approccio statistico-economico nell’attività dei manager della PA attraverso i modelli di analisi e gli strumenti opportuni; (2) alla gestione delle dinamiche interne ed esterne della PA, compresa l’organizzazione dell’attività di controllo, nel panorama del Sistema Statistico Europeo; (3) ai modelli di analisi della struttura produttive e dell’offerta generale di statistiche economiche; 4) ai modelli di valutazione.

Risultati di apprendimento attesi.

Conoscenza e capacità di comprensione.
Il corso intende fornire le conoscenze necessarie per comprendere la struttura del sistema informativo-statistico della Pubblica Amministrazione (PA) e consentire allo studente di analizzare, attraverso opportuni metodi statistici, le informazioni quantitative inerenti l’attività della PA, acquisendo la capacità di ragionare sui fenomeni osservati da un punto di vista originale, anche in una prospettiva comparata, Europea e/o italiana.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione.
Il corso è finalizzato a fornire allo studente gli strumenti di analisi e valutazione dei diversi modelli di intervento pubblico, le competenze per applicare i concetti e le metodologie apprese e per analizzare i risultati delle analisi attraverso la lettura dell’output ottenuto con l’utilizzo di software statistico.

Autonomia di giudizio
Attraverso lo studio di approcci teorici diversi e la valutazione critica delle diverse implicazioni di policy, lo studente potrà comprendere ed interpretare gli indicatori di fenomeni semplici e complessi costruiti sulla base dell’informazione disponibile, migliorando la propria capacità di giudizio. In maggiore dettaglio lo studente saprà autonomamente: definire strategie di analisi che consentano di studiare le relazioni presenti in uno scenario caratterizzato da un’elevata dimensionalità; applicare i concetti e le metodologie apprese per realizzare analisi con l’ausilio di un software statistico. La presentazione del docente di casi di studio sarà indirizzata al perseguimento di analoghi obiettivi.

Abilità comunicative.
La presentazione delle applicazioni pratiche sarà svolta in modo da consentire l’acquisizione della padronanza di linguaggio, nel senso che lo studente, completato il corso, acquisirà la capacità di esprimere - con chiarezza e con linguaggio appropriato – sia le assunzioni che i risultati del modello, in modo da veicolare opportunamente quanto acquisito. L’acquisizione di abilità comunicative, sia orali che scritte sarà stimolata attraverso la presentazione da parte degli studenti in aula di case study in MS power point e le prove finali.

Capacità di apprendimento.
La capacità di apprendimento dello studente sarà stimolata delle presentazioni e le discussione in aula. Gli studenti saranno avviati lungo diversi percorsi al fine di affinare ed approfondire, anche condividendo l’esperienza con altri discenti, argomenti presentati dal docente al fine di realizzare digressioni e/o analisi dettagliate, comunque personalizzate perché realizzate - seppur parzialmente - in autonomia. Presentazioni di ricerche a carattere applicativo e analisi di un articolo o saggio fornito dal docente su temi rilevanti, oltre che articoli di riviste e quotidiani economici, contribuiranno a sviluppare le capacità applicative.

Prerequisiti

Capacità di ragionamento. La preparazione della materia e la frequenza delle lezioni richiedono una competenza di base in statistica descrittiva, che corrisponde a quella normalmente conseguita attraverso il completamento del corso di studi di primo livello in “Scienze dell’Amministrazione e delle Organizzazioni”. Tuttavia, per gli studenti provenienti da corsi di laurea differenti è comunque prevista un’integrazione con opportuna bibliografia di riferimento

Contenuti

Il corso intende assolvere agli obiettivi formativi attraverso lo svolgimento organico dei contenuti suddivisi nelle seguenti sezioni.
• La statistica come strumento di comunicazione nella Pubblica Amministrazione (PA): attività statistica nella PA; analisi dei dati e utilizzo con finalità statistiche dei dati amministrativi; il SISTAN; le fonti della statistica ufficiale; tutela in materia di protezione dei dati personali. (1 cfu - 8 ore)

• Le rilevazioni statistiche e l’offerta di statistiche economiche: indagine esaustiva e campionaria e fasi dell’indagine statistica; data warehouse e PubblicaAmministrazione.Stat (2 cfu, 16 ore)

• Sistema degli indicatori: indice dei prezzi; applicazione di tecniche statistiche ai problemi di PA; contributi internazionali (es Transparency International Org). (2 cfu, 16 ore)

• Confronto degli aggregati economici e qualità dei dati: dimensioni della qualità; la statistica nella valutazione delle politiche pubbliche; approcci di studio e tecniche statistiche per la stima dell’economia sommersa; metodologie per la comparazione internazionale e valutazione delle dinamiche di intervento finalizzate alla riduzione dell’impatto del fenomeno sommerso. (1 cfu, 8 ore)

• Metodi di analisi della struttura delle attività produttive (2 cfu, 16 ore)

• Modelli statistici di valutazione (2 cfu, 16 ore)

Modalità di erogazione: didattica frontale (tradizionale)

Metodi didattici

Verifica dell'apprendimento

Testi

• Grassetti C. (2008), Statistica per la pubblica amministrazione di Carlo Grassetti edito, Libreria Universitaria, Padova.
• Giovannini E. (2015), Le statistiche economiche, 2° ed, il Mulino.

Nel corso delle lezioni sarà messo a disposizione sulla piattaforma Moodle di Ateneo materiale didattico a cura del docente. La stessa piattaforma viene utilizzata anche per agevolare l’apprendimento dei contenuti didattici

Ulteriori approfondimenti:
• Quintano C. e Mazzocchi P. (2016). A comparative analysis in the EU shadow economy using a DEA model,
Global Business and Economics Review, Vol. 18 (3/4), pp. 445-468
• Quintano C. e Mazzocchi P. (2015). The Shadow Economy as a higher order construct inside European governance, Journal of Economic Studies, vol.42 (3), pp 477-498
• Quintano C. e Mazzocchi P. (2015), La connotazione multidimensionale del lavoro sommerso dell'area Metropolitana di Napoli: alcune evidenze empiriche, in (capitolo 2) M. Esposito e E. Flora (a cura di) "Le dimensioni del sommerso nell’area metropolitana di Napoli: un'indagine multidisciplinare", Azioni di Sistema per le PA, vol. 39, Formez.PA, pp. 69-134.
• Quintano C. e Mazzocchi P. (2013). The Shadow Economy beyond the european public governance, Economic Systems, vol. 37( 4) , pp. 650-670

Altre informazioni