Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2015/2016
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Corso di Laurea Magistrale in INGEGNERIA CIVILE
Settore disciplinare: 
TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIA (ICAR/06)
Crediti: 
9
Anno di corso: 
1
Docenti: 
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
72

Obiettivi

Il corso ha come obiettivo la formazione di base nell’ambito del trattamento delle informazioni territoriali, attraverso lo studio della cartografia e dei sistemi informativi geografici.

Risultati di apprendimento (declinati rispetto ai descrittori di Dublino):

- Conoscenze e capacità di comprensione:
L’insegnamento intende trasmettere un’approfondita conoscenza tecnico-scientifica nel campo della cartografia e dell’impiego dei sistemi informativi geografici, anche con applicazioni in ambiente GIS (Geographic Information Systems) mediante software dedicato. In particolare gli studenti devono dimostrare di aver appreso le nozioni fondamentali riguardanti: le superfici di riferimento e i sistemi di coordinate; la teoria della rappresentazione dell’ellissoide sul piano; la georeferenziazione dei dati territoriali; le caratteristiche dei prodotti cartografici disponibili in Italia a livello nazionale e regionale; gli strumenti alla base della cartografia digitale e dei GIS.

- Capacità di applicare conoscenze e comprensione:
Applicando l’insieme delle conoscenze acquisite, gli studenti dovranno essere in grado di gestire mappe e carte topografiche, sia nel formato cartaceo sia in quello digitale, in maniera appropriata per gli usi tecnici. Lo scopo fondamentale è la formazione di un’adeguata capacità di trattamento dei dati spaziali georiferiti, specialmente per ciò che riguarda i campi di applicazione delle analisi territoriali, così da supportare tanto la formazione interdisciplinare del futuro ingegnere civile quanto l’inserimento nell’ambito professionale specifico della gestione delle informazioni territoriali.

- Autonomia di giudizio:
L’intento di questo insegnamento è di sviluppare le capacità tese alla valutazione del corretto trattamento dei dati cartografici e all’interpretazione dei risultati ottenuti in modo da formulare considerazioni di sintesi e risposte di tipo concreto. Gli studenti devono dimostrare di possedere autonomia nel risolvere le principali problematiche cartografiche, specie in riferimento alla selezione della più appropriata elaborazione cartografica in funzione dei differenti scopi da raggiungere.

- Abilità comunicative:
Gli studenti devono avere la capacità di esporre e argomentare con efficacia e capacità di sintesi le proprie conoscenze, utilizzando in modo pertinente il linguaggio tecnico-scientifico proprio del settore. Inoltre devono dimostrare un adeguato livello di padronanza nel redigere in maniera chiara e rigorosa relazioni tecniche sulle modalità di elaborazione e sui risultati conseguiti, partendo da situazioni reali tipiche dell’ambito professionale di riferimento.

- Capacità di apprendimento:
Gli studenti devono essere in grado di leggere e comprendere testi scritti, in uso nello specifico contesto disciplinare della cartografia. Devono avere la capacità di sviluppare connessioni tra gli argomenti oggetto di studio e saper ricercare e selezionare elementi utili da fonti di vario genere. Una solida preparazione di base darà agli studenti una maggiore capacità di sviluppo autonomo di ulteriori conoscenze, abilità e competenze, anche in ambiti specialistici della materia.

Prerequisiti

Sono necessarie le conoscenze acquisite nell’insegnamento di Topografia del percorso di Laurea. In particolare è necessario avere acquisito e assimilato le conoscenze riguardanti gli elementi di geodesia e i sistemi di posizionamento satellitare.

Contenuti

- Sistemi di coordinate e datum (10 ore di lezione):
Definizione della superficie di riferimento. Sistemi di riferimento e sistemi di coordinate. Geoide. Ellissoide terrestre. Orientamento dell’ellissoide. Sistemi geodetici di riferimento. Coordinate geografiche e geocentriche. Trasformazioni dirette e inverse tra coordinate geografiche e coordinate geocentriche. Reti fondamentali italiane di inquadramento.

- Fondamenti di cartografia (18 ore di lezione):
Impostazione generale del problema cartografico. Classificazione delle rappresentazioni cartografiche. Studio delle deformazioni cartografiche. Rappresentazioni conformi. Proiezione diretta di Mercatore. Rappresentazione conforme di Gauss. Rappresentazione conica conforme di Lambert. Proiezione stereografica polare. Rappresentazioni equivalenti.

- Prodotti cartografici (6 ore di lezione):
Il sistema di riferimento cartografico UTM. Il sistema di riferimento cartografico Gauss-Boaga. Rapporto di scala. Classificazione delle carte. Contenuto metrico e contenuto informativo. La cartografia ufficiale italiana di base. La cartografia tecnica regionale. La cartografia catastale.

- Elementi di cartografia numerica (4 ore di lezione e 10 ore di esercitazione):
Evoluzione informatica della cartografia. Cartografie numeriche vettoriali e raster. Primitive geometriche, attributi e relazioni topologiche del formato vettoriale. Struttura e tipologia dei file formato raster. Digitalizzazione in forma vettoriale di cartografia tradizionale. Acquisizione di cartografia in formato raster. Acquisizione delle informazioni territoriali. Organizzazione dei dati. Interrogazione delle banche dati. Modalità di associazione tra elementi geometrici e attributi. Associazione di banche dati a cartografia in formato vettoriale. Costruzione di carte tematiche. Organizzazione dei layout.

- Georeferenziazione delle informazioni territoriali (4 ore di lezione e 8 ore di esercitazione):
Sistemi di posizionamento satellitare e inquadramento territoriale. Il passaggio tra coordinate geografiche a piane. Cambiamento di datum. Trasformazione automatica di datum. La georeferenziazione mediante trasformazioni conforme e affine.

- GIS per applicazioni territoriali (4 ore di lezione e 8 ore di esercitazione):
Costruzione dei modelli digitali del terreno DTM (Digital Terrain Model). Metodi di interpolazione dei dati a partire da curve di livello e punti quotati. Interpolatori TIN (Triangulated Irregular Network). Principi del telerilevamento. Immagini da satellite e loro caratteristiche. Costruzione di carte tematiche da dati telerilevati. GIS per le reti tecnologiche. GIS per le infrastrutture di viabilità.

Metodi didattici

Il corso si articola in lezioni frontali ed esercitazioni in aula.

Verifica dell'apprendimento

La funzione della prova d’esame è di verificare il livello di raggiungimento degli obiettivi formativi precedentemente indicati. L’esame consiste in una prova orale nella quale verranno discussi i contenuti teorici e applicativi trattati durante il corso, con lo scopo di valutare lo studio della materia, la comprensione degli argomenti di base e la capacità di collegare e confrontare argomenti diversi. Tale prova prevede inoltre l’esposizione e la discussione degli elaborati attinenti la parte applicativa sviluppata durante le ore di esercitazione del corso.

Testi

A. Selvini, F. Guzzetti, Cartografia generale tematica e numerica, UTET.
F. Migliaccio, D. Carrion, Sistemi informativi territoriali. Principi e applicazioni, UTET.

Altre informazioni