Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2015/2016
Tipologia di insegnamento: 
A scelta dello studente
Tipo di attività: 
Opzionale
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE
Settore disciplinare: 
IDRAULICA (ICAR/01)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Anno di corso: 
3
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

OBIETTIVI FORMATIVI
Il corso di Regime e Protezione dei Litorali intende fornire i fondamenti dello studio della dinamica costiera e delle problematiche di difesa delle coste dall’ azione del moto ondoso attraverso lo studio meteomarino di un paraggio e la conoscenza dei criteri di proporzionamento idraulico e strutturale delle opere di protezione dei litorali.
RISULTATI DI APPRENDIMENTO
Conoscenza e capacità di comprensione
Lo studente, al termine del corso, avrà acquisito la conoscenza degli strumenti di analisi per lo studio delle proprietà fondamentali delle onde sinusoidali ed irregolari. Avrà sviluppato la conoscenza dello studio meteomarino del paraggio per la comprensione della dinamica costiera, ed i criteri di proporzionamento idraulico e strutturale delle opere costiere.
Conoscenza e capacità di comprensione applicate
Lo studente avrà sviluppato la capacità di svolgere lo studio meteomarino di un paraggio e l’analisi dei problemi di verifica idraulica e strutturale delle opere costiere, e dunque di trattarne gli aspetti di calcolo.
Autonomia di giudizio
Al termine del percorso di studi lo studente avrà acquisto sufficiente autonomia per effettuare lo studio meteomarino di un paraggio, e di effettuare il calcolo di verifica idraulica e strutturale delle opere di difesa costiera. Sarà in grado, infine, di valutare autonomamente l’adeguatezza delle soluzioni adottate per garantire il soddisfacimento dei requisiti di progetto di un opera posta a difesa di un litorale.
Abilità comunicative
Al superamento dell’esame lo studente avrà maturato una sufficiente proprietà di linguaggio per quanto attiene la terminologia scientifica dell’idraulica marittima e della protezione dei litorali. Sarà in grado di descrivere con linguaggio appropriato, anche in forma scritta, le tematiche idrauliche più rilevanti del progetto di opere costiere e di rappresentare in forma esaustiva i risultati del calcolo di verifica idraulica e strutturale delle opere marittime.
Capacità di apprendere
Lo studente avrà acquisito le metodologie di analisi più rilevanti per la trattazione degli aspetti dell’idraulica marittima per la trattazione dello studio meteomarino e del proporzionamento idraulico e strutturale di un’opera di difesa costiera. Avrà pertanto acquisito gli elementi necessari per apprendere in futuro lo sviluppo delle conoscenze in ambito applicativo dell’ingegneria costiera.

Prerequisiti

IDRAULICA

Contenuti

Morfodinamica costiera. Classificazione delle coste – classificazione dei sedimenti – scale granulometriche – indici granulometrici – profili di spiaggia (6 ore).
Generazione delle onde. Caratteristiche dei venti al suolo ed in quota – scala Beaufort – previsione del moto ondoso dal vento – metodo dell’onda significativa (SMB) (4 ore) .
Teoria lineare delle onde. Principio di conservazione della massa e della quantità di moto – condizioni al contorno – soluzione al I ordine – cinematica e dinamica al I ordine - trasformazione delle onde – shoaling e rifrazione – metodi analitici per il calcolo della rifrazione – frangimento – parametro di Irribarren – ripidità dell’onda – classificazione del frangimento (7 ore).
Moto ondoso reale e livello del mare. Misura delle onde - Rete Ondametrica Nazionale – analisi di una registrazione nel dominio del tempo e della frequenza – onde caratteristiche – onda significativa – marea astronomica e meteorologica – wave set-up, wind set-up e barometro inverso – wave run-up sulle spiagge – previsioni del moto ondoso a lungo termine - scelta del campione – metodo POT – calcolo dei parametri – test di adattamento - calcolo dell’altezza d’onda di progetto – periodo di ritorno e vita dell’opera – Raccomandazioni Tecniche sul periodo di ritorno (8 ore).
Trasporto dei sedimenti. Trasporto di fondo ed in sospensione – trasporto di fondo per correnti in moto permanente – forze agenti e forze resistenti – il numero ed il parametro di Shields - trasporto in sospensione per correnti in moto permanente – velocità di caduta - trasporto di fondo ed in sospensione per onde e correnti - modello di Einstein - meccanismo del trasporto nella zona di swash - parametri qualitativi di erosione ed accrescimento - parametri quantitativi – regola di Bruun –calcolo dell’arretramento in condizioni statiche e dinamiche – equazioni del trasporto longitudinale - modelli ad una linea – modello GENESIS – taratura del modello – confronto con evoluzione della linea di costa ottenuta da remote sensing (10 ore).
Principali opere di difesa e loro proporzionamento - Atlante delle opere costiere dell’ISPRA – dimensionamento delle opere – principali criteri di scelta secondo le Raccomandazioni Tecniche del Ministero LL.PP - proporzionamento idraulico - parametro di Irribarren – quota di run-up e portata di tracimazione – limiti della portata di tracimazione – coefficiente di trasmissione – proporzionamento strutturale - formula di Hudson – limiti della formula – equazioni di Van Der Meer – massi naturali e massi artificiali – tronco struttura e testata (10 ore).
Ripascimenti artificiali e dragaggi - Profilo di equilibrio e classificazione dei ripascimenti – calcolo del volume e della longevita’ – dragaggio – campionamento ed analisi – manuale ISPRA – cenni sui trattamenti – riutilizzo dei materiali dragati – esempi applicativi (8 ore).

Metodi didattici

MODALITÀ DI TRASMISSIONE DELL’APPRENDIMENTO
Lezioni in aula alla lavagna e con proiezione di slides
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
L'esame prevede una prova scritta ed una orale. E’ prevista una prova intercorso che consente di accedere all'orale previo superamento di uno solo dei due esercizi richiesti allo scritto.

Verifica dell'apprendimento

L'esame prevede una prova orale.
E' prevista una prova intercorso sulla prima parte (idraulica marittima), il cui superamento consente di essere interrogati solo sulla seconda parte del corso.

Testi

Benassai E., 2010. Le onde marine. Liguori Editori, Napoli.
Benassai G., 2006. Introduction to coastal dynamics and shoreline protection. WIT press, Southampton.
CEM Coastal Engineering Manual.
Dean R.A., Dalrymple B., 1984. Water wave mechanics for engineers and scientists. Prentice Hall.
Dispense distribuite durante il corso.

Altre informazioni