Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2015/2016
Tipologia di insegnamento: 
A scelta dello studente
Tipo di attività: 
Opzionale
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in ECONOMIA AZIENDALE
Sede: 
Napoli
Settore disciplinare: 
DIRITTO PRIVATO (IUS/01)
Crediti: 
6
Anno di corso: 
2
Docenti: 
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

Il corso intende fornire agli studenti competenze nello specifico settore della responsabilità civile dell’imprenditore nell’esercizio dell’impresa, partendo dalla precisazione dei fondamenti della disciplina dei fatti illeciti e dell’inadempimento contrattuale, fino ad esaminare i più articolati modelli di responsabilità operanti per l’attività di impresa. L’obiettivo di apprendimento è sviluppare da un lato una più approfondita conoscenza della teoria generale della responsabilità civile, e dall’altro quello di evidenziare le speciali funzioni di cui la responsabilità civile è investita con riferimento all’attività di impresa, sensibilizzando gli studenti verso la considerazione delle specifiche problematiche emergenti in tale ambito, quali la gestione del rischio di impresa, l’esigenza di un adeguato assetto organizzativo, le situazioni di incertezza scientifica e tecnica. Particolare attenzione è rivolta alle misure di precauzione e di salvaguardia imposte dall’odierna civiltà industriale, anche nella prospettiva della tutela di valori fondamentali quali la sicurezza degli individui e la protezione dell’ambiente.

Prerequisiti

Il corso è indirizzato agli studenti del Corso di Studio in Economia Aziendale [cod. 0251], e richiede che i discenti abbiano già appreso i contenuti base del Diritto Privato, con particolare riferimento alla responsabilità civile da atti illeciti ed alle materie dell’inadempimento e della responsabilità contrattuale.

Contenuti

PARTE PRIMA: La responsabilità civile: nozione e funzioni. La distinzione tra responsabilità per fatto illecito e responsabilità contrattuale. Le norme fondamentali: artt. 2043 e 1218 cod. civ. Il principio della colpa nella disciplina dei fatti illeciti. Il divieto di abuso del diritto e gli altri illeciti dolosi. La lesione di un interesse giuridicamente rilevante (il danno ingiusto). La responsabilità contrattuale e i rimedi a disposizione del creditore danneggiato. La responsabilità per fatto altrui. Responsabilità per danni cagionati da esercizio di attività pericolosa e da cose in custodia. La custodia come criterio di imputazione della responsabilità civile.
PARTE SECONDA:La responsabilità contrattuale ed extracontrattuale dell’imprenditore nell’esercizio dell’impresa. La responsabilità sociale d’impresa. La responsabilità del datore di lavoro per fatto illecito dei dipendenti. La responsabilità del debitore per fatto degli ausiliari. I criteri di imputazione: colpa e responsabilità oggettiva. La teoria della responsabilità per rischio di impresa. La tesi della pluralità dei criteri di imputazione. Il principio dell’esposizione a pericolo. Il principio di adeguatezza e il principio di precauzione. Il danno ambientale. La responsabilità del produttore. La responsabilità per prodotti difettosi. Illeciti concorrenziali.

Metodi didattici

Verifica dell'apprendimento

Testi

1) VISINTINI G., Cos’è la responsabilità civile. Fondamenti della disciplina dei fatti illeciti e dell’inadempimento contrattuale, 2ª edizione, 2014, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane [con esclusione della Sezione Quarta da pagina 251 alla fine].
2) LUMINOSO A., Sulla responsabilità contrattuale ed extracontrattuale dell’impresa, in Contratto e Impresa, anno 2007 (fascicolo n. 4/5), pp. 917-932.
I suddetti testi saranno integrati dal materiale fornito nel corso delle lezioni o successivamente indicato dal docente. In caso di difficoltà a reperire i testi sopra indicati, contattare il docente.

Altre informazioni

Mutuazioni