Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2015/2016
Tipologia di insegnamento: 
A scelta dello studente
Tipo di attività: 
Opzionale
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in SCIENZE BIOLOGICHE
Settore disciplinare: 
ECOLOGIA (BIO/07)
Crediti: 
6
Anno di corso: 
2
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

Il corso può essere considerato un completamento di quello di Ecologia, nell’ottica della gestione pianificata delle risorse naturali. Infatti, da un lato affronta con maggiore approfondimento alcuni argomenti già in esso trattati, come la diversità specifica e l’ecologia di popolazione, dall’altro introduce con consequenzialità logico-conoscitiva nuovi argomenti, come l’eco-etica, l’eco-biogeografia, l’ecologia antropica e l’ecologia del paesaggio, trattando da ultimo i problemi di organizzazione e gestione delle aree naturali protette.
- Conoscenza e capacità di comprensione:lo studente deve dimostrare di conoscere e saper comprendere le problematiche principali relative al mantenimento della biodiversità del pianeta ad ogni suo livello di organizzazione ed principali approcci di gestione del patrimonio naturale.

- Capacità di applicare conoscenza e comprensione: lo studente deve dimostrare di saper utilizzare i concetti acquisiti attraverso l'illustrazione di grafici e la soluzione di semplici esercizi.

- Autonomia di giudizio: lo studente deve essere in grado di saper valutare in maniera autonoma gli argomenti trattati e di indicare i principali approcci e metodologie di indagine ad essi inerenti.

- Abilità comunicative: lo studente deve avere la capacità di esporre ed argomentare con sufficiente chiarezza quanto concerne le tematiche trattate, nonché di fornire collegamenti concettuali tra tematiche diverse.

- Capacità di apprendimento: lo studente deve essere in grado di aggiornarsi autonomamente attraverso la consultazione di materiale cartaceo e on-line (anche in inglese) e di discernere con spirito critico le informazioni acquisite.

Prerequisiti

E' necessario avere acquisito e assimilato le conoscenze fornite dal corso di "Ecologia", del quale rappresenta la collegata continuazione.

Contenuti

1) Introduzione.
Significato, scopi, “valori” e principi-guida della conservazione.
2) Elementi di Eco-etica.
- Antropocentrismo, biocentrismo, ecocentrismo, “etica della Terra”, eco-femminismo, ecologia profonda, pluralismo sociale e personale, principio di precauzione e di responsabilità.
- Religioni e “crisi ecologica”.
2) Cenni di Economia ecologica.
- Economia di mercato, esternalità, tragedia dei beni comuni e fallimento del mercato, valori economici diretti ed indiretti.
- Sviluppo sostenibile.
3) Elementi di Ecologia antropica.
- Problemi sociali e ambientali legati alla crescita della popolazione umana ed allo sfruttamento delle risorse naturali.
- Modello IPAT, “impronta ecologica”, stili di vita e consumi.
4) La Biodiversità.
- Definizione e livelli della biodiversità.
- Tipi di biodiversità: puntiforme, alfa, beta, gamma, delta, epsilon, omega.
- Biodiversità, stabilità e funzionamento degli ecosistemi: modelli darwiniano, idiosincratico, dei “rivetti”, dei “guidatori-passeggeri”.
- Fattori che influenzano la biodiversità: ipotesi del tempo evolutivo, del tempo ecologico, della stabilità ambientale, della prevedibilità climatica, dell’eterogeneità spaziale, della produttività, della stabilità di produzione, della competizione, della predazione, della stabilità temporale, del disturbo intermedio.
- Biodiversità e fattori locali. Gradienti di distribuzione della biodiversità. “Hot spot” di biodiversità.
5) Estinzioni.
- Estinzione locale e globale; estinzione di fondo, di massa e centineliana.
- Estinzione a-temporale: cause remote e prossime. Predazione diretta ed indiretta: estinzione a cascata, esclusione competitiva.
6) Elementi di Eco-biogeografia.
- La relazione area-numero di specie, sui continenti e sulle isole; processi che regolano la relazione area-specie.
- Teoria della biogeografia insulare di Mac Arthur e Wilson; arcipelaghi e “stepping stones”.
7) Elementi di Ecologia del Paesaggio.
- Definizioni di paesaggio, concezioni e scuole di pensiero.
- Componenti e struttura del paesaggio: margini e chiazze. Misure del paesaggio: indici ecosistemici e indici spaziali.
- Frammentazione degli habitat: processi, esempi, caratteristiche biologiche delle specie a rischio. Frammentazione ed “effetto margine”. Eterogeneità e frammentazione.
- Distruzione degli habitat: cause ed esempi; specie a rischio per la distruzione degli habitat.
- La popolazione in Conservazione della Natura. Popolazione “effettiva”, popolazione “minima vitale”, “area minima dinamica”. Analisi di sopravvivenza e vortici di estinzione. Emi-, pseudo- e meta-popolazioni: definizioni, concetti ed esempi.
Le meta-popolazioni e la dinamica “source-sink”. I modelli spazialmente espliciti.
8) Elementi di genetica di popolazione.
- Perdita di variabilità genetica e fluttuazioni demografiche nelle piccole popolazioni.
- Effetto “fondatore” e “collo di bottiglia”, deriva genetica, mutazioni neutrali, “inbreeding” e “outbreeding”.
9) Aree naturali protette.
- Tipologie e definizioni.
- Le aree naturali protette in Italia: aspetti normativi e naturalistici.
- Il sistema delle aree naturali protette in Campania: aspetti normativi, naturalistici e gestionali.
- Le aree marine protette: tipologie, definizioni e aspetti normativi. Le aree marine protette della Campania: aspetti naturalistici e gestionali.

Metodi didattici

Verifica dell'apprendimento

Lo studente deve sostenere un colloquio orale durante il quale il docente gli chiederà di esporre e di argomentare su alcuni argomenti trattati durante il corso, anche attraverso la spiegazione di grafici o la soluzione di semplici esercizi.

Testi

Oltre al materiale didattico disponibile on-line sul sito e-learning (presentazioni delle lezioni), sono consigliati i seguenti testi:

- PRIMACK R., BOITANI L.: “Biologia della Conservazione”, Zanichelli Ed., Bologna (2013).

- GROOM M. J., MEFFE G. K., CARROLL C. R.: “Principles of Conservation Biology”, Sinauer Associates Inc.

Altre informazioni