Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2015/2016
Tipologia di insegnamento: 
A scelta dello studente
Tipo di attività: 
Opzionale
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in ECONOMIA E AMMINISTRAZIONE DELLE AZIENDE
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Anno di corso: 
3
Docenti: 
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

L'obiettivo di questo corso è di fornire agli studenti un quadro dei principali strumenti di finanza innovativa a supporto della crescita oggi disponibili per le PMI tradizionali e di qualità. In particolare, poiché il credit crunch indotto dalla crisi del 2008 ha determinato una forte contrazione dei finanziamenti bancari tradizionali a sostegno del sistema produttivo (specie per quanto riguarda i fabbisogni a medio e lungo termine, cioè quelli più legati al tema della crescita economica), risulta di fondamentale importanza la conoscenza di fonti di finanziamento alternative a quelle tradizionali.

Prerequisiti

Conoscenze di base delle materie economiche ed aziendali.

Contenuti

La finanza agevolata è rappresentata da qualsiasi strumento che il legislatore mette a disposizione delle imprese per ottenere un “vantaggio competitivo”, esprimibile in termini economici attraverso una ristrutturazione o un rilancio dell’azienda sul mercato. In particolare, per finanza agevolata si intende l’insieme di interventi di legge che vanno tipicamente a finanziare attività di investimento e di sviluppo delle imprese. Il programma del corso focalizza l’attenzione sui seguenti punti: 1) la tipologia di investimento ammissibile (interventi a pioggia ed interventi mirati); 2) le fonti della finanza agevolata (legislazione comunitaria, nazionale, regionale, di altri enti e strumenti di natura privatistica o mista pubblico/privato); 3) i criteri per identificare i soggetti beneficiari; 4) il ruolo dell’indipendenza economica della impresa; 5) gli enti erogatori; 6) le tipologie di intervento; 7) le procedure di agevolazione e 8) le start-up innovative.

Metodi didattici

Verifica dell'apprendimento

Il corso si svolgerà con modalità diverse nelle sue due parti. Nella prima, verranno effettuate lezioni frontali per fornire agli studenti le conoscenze della materia, consulenti di enti pubblici e/o privati saranno invitati a presentare le loro esperienze. Nella seconda parte, a partire da un’idea di impresa, gli studenti saranno coinvolti nella elaborazione di un progetto di finanziamento che dovrà prevedere una tipologia di investimento ammissibile ed un business plan.
Una continua verifica delle conoscenze acquisite verrà effettuata nella seconda parte del corso dove i progetti (singoli oppure in gruppo) in fase di realizzazione verranno discussi con gli studenti. La prova finale per i corsisti risulterà nella presentazione in PowerPoint del progetto e relativa discussione. Per i non corsisti l’esame finale consisterà in un esame orale sui contenuti del libro di riferimento.

Testi

La crescita delle Pmi attraverso gli strumenti di finanza innovativa. Mini Bond, cambiali finanziarie, Aim, Progetto Elite, Spac, incentivi allo sviluppo, AA.VV. , pp. 256, Franco Angeli editore., 2014.

Altre informazioni