Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2015/2016
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in MANAGEMENT DELLE IMPRESE INTERNAZIONALI
Settore disciplinare: 
ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (SECS-P/08)
Crediti: 
9
Anno di corso: 
3
Docenti: 
CALVELLI Adriana
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
72

Obiettivi

L’insegnamento ha l'obiettivo formativo di sviluppare conoscenze e competenze sui processi di internazionalizzazione delle imprese, a livello operativo e a livello strategico.
In particolare, lo studente potrà acquisire quelle conoscenze che permetteranno ai manager d’impresa di:
- comprendere, prima di perseguire una scelta di internazionalizzazione, quali siano le opportunità da cogliere e gli ostacoli - organizzativi, culturali, cognitivi - da affrontare;
- affrontare le sfide dell'internazionalizzazione anche in mercati significativamente diversi da quelli “familiari” e di ricercare per essi le più appropriate modalità d’ingresso;
- utilizzare appropriati strumenti e tecniche di copertura dei rischi finanziari potenzialmente affrontabili nello svolgimento delle attività internazionalizzate.
In particolare, al termine del corso di insegnamento, devono svilupparsi le seguenti capacità:
− Capacità di applicare conoscenza e comprensione: al termine del corso, gli studenti avranno acquisito la capacità di comprendere le motivazioni che spingono le imprese ad internazionalizzarsi e di individuare le modalità di ingresso più adatte alle caratteristiche culturali dei Paesi ospiti e delle imprese in essi operanti. Avranno acquisito la capacità di individuare gli strumenti di copertura dei rischi connessi alle importazioni ed esportazioni. 

− Autonomia di giudizio: lo studente deve aver sviluppato un’autonoma capacità di analisi dei problemi connessi ai processi di internazionalizzazione che riguardano, soprattutto, i Paesi caratterizzati da regole del gioco significativamente distanti da quelli familiari. Devono anche essere capaci di saper scegliere gli opportuni strumenti di copertura dei rischi dell’internazionalizzazione. Devono, inoltre, saper comprendere in modo autonomo quali siano i vantaggi e le opportunità da cogliere nella scelta dei Paesi in cui entrare. Gli studenti sono aiutati a sviluppare un’autonomia di giudizio, studiando i numerosi casi descritti durante il corso.
− Abilità comunicative: per sviluppare tali abilità, durante il corso, gruppi di studenti dovranno presentare casi-studio, forniti dal docente, oppure alcune relazioni sintetiche sulle problematiche colte dalle lezioni svolte dal docente. Lo studente deve saper rispondere in modo chiaro ed esaustivo alle domande delle prove scritte che si terranno: per i corsisti, alla fine dei moduli che compongono il corso di insegnamento; per i non corsisti, alla fine del corso di insegnamento. Inoltre, gli studenti dovranno dimostrare tale abilità comunicativa anche durante la prova orale che si terrà a fine corso.
− Capacità di apprendimento: lo studente deve dimostrare una buona capacità di apprendimento riuscendo ad approfondire le conoscenze trasferite in aula con la lettura di riviste economiche e indagini ad hoc svolte sul web.

Prerequisiti

Economia e Gestione delle imprese e Microeconomia

Contenuti

I principali contributi teorici sulle determinanti dell’internazionalizzazione delle imprese. Le tipologie strategiche dell’internazionalizzazione: analisi in ambito internazionale delle problematiche connesse alle strategie di espansione, diversificazione, ricentraggio e riconversione. Analisi della cultura dei contesti. Introduzione alle problematiche di cross-cultural management. Opportunità e condizionamenti nell’ingresso nei paesi emergenti. L’Outsourcing internazionale, Reshoring e Back-reshoring. Le modalità di ingresso competitive e collaborative. Gli incentivi alle esportazione dei prodotti italiani: gli interventi della SACE e della SIMEST. I rischi finanziari delle transazioni internazionali: politiche, strumenti e tecniche di copertura.

Metodi didattici

Accanto alla didattica tradizionale (lezioni frontali), si utilizzano:
- analisi di casi riguardanti l’internazionalizzazione delle imprese;
- esercitazioni sugli strumenti e tecniche di copertura dei rischi finanziari delle transazioni internazionali.

Verifica dell'apprendimento

Per i Corsisti: 3 Prove scritte riguardanti 3 Parti distinte del Programma, Prova orale con voto finale. Le prove scritte sono formulate con domande aperte, nelle quali viene chiesto agli studenti di descrivere compiutamente alcuni argomenti trattati nei moduli di riferimento. La prova orale prevede una discussione sui temi trattati nelle prove scritte.
Per i non corsisti: Prova scritta e Prova orale con voto finale. La prova scritta è costituita da 8 domande a risposta libera. La prova orale prevede una discussione sui temi trattati nelle prove scritte.

Testi

Dispense pubblicate sul sito docente e disponibili all'inizio del corso di insegnamento

Altre informazioni

Mutuazioni