Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2011/2012
Tipologia di insegnamento: 
A scelta dello studente
Tipo di attività: 
Opzionale
Corso di afferenza: 
Settore disciplinare: 
DIRITTO DEL LAVORO (IUS/07)
Crediti: 
6
Anno di corso: 
5
Docenti: 
BACCARI Antonio
Ciclo: 
Primo Trimestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

- Capacità di applicare conoscenza e comprensione: lo studente deve essere in grado di analizzare e valutare le problematiche applicative del diritto del lavoro sostanziale e processuale.
- Autonomia di giudizio: lo studente deve avere la capacità di valutare in maniera autonoma gli interventi legislativi volti a bilanciare la tutela dei lavoratori e il buon funzionamento del mercato.
- Abilità comunicative: lo studente deve avere la capacità di comunicare i contenuti essenziali degli istituti giuridici attraverso un linguaggio specialistico.
- Capacità di apprendimento: lo studente deve saper autonomamente consultare fonti legislative e giurisprudenziali.

Prerequisiti

Conoscenza del diritto delle istituzioni private e del diritto delle istituzioni pubbliche.

Contenuti

Le tutele dei lavoratori nei casi di insolvenza datoriale.
La disciplina speciale del rapporto di lavoro nell'impresa insolvente (12 h); gli effetti della crisi sui contratti di lavoro ( 8 h); garanzia dei crediti del lavoratore (4 h); procedure concorsuali e controversie di lavoro (4 h) ; insolvenza del datore di lavoro e tutela previdenziale dei lavoratori (12 h ).

Metodi didattici

Il corso è organizzato in lezioni frontali, discussioni di casi e analisi di giurisprudenza.

Verifica dell'apprendimento

La verifica dell’apprendimento si basa su un colloquio orale della durata di trenta minuti, nell’ambito del quale lo studente – in risposta a quesiti su tre temi generali affrontati nel corso – è chiamato a illustrare in maniera critica il funzionamento degli istituti giuridici e la loro finalità. Lo studente, attraverso il colloquio, dovrà mostrare di orientarsi adeguatamente nella sistematica giuslavoristica e di coglierne gli elementi distintivi di fondo. Durante il corso sono previste esercitazioni e prove scritte per la verifica dell’apprendimento; generalmente lo studente risponde a una batteria di domande, aperte e chiuse, che compendiano il programma svolto sino a quel momento.
Il voto finale, in trentesimi, terrà conto: a) della chiarezza e dell’ordine espositivo; b) della proprietà del linguaggio; c) della capacità di ragionamento sistematico.

Testi

M. Marazza, D. Garofalo, Insolvenza del datore di lavoro e tutele del lavoratore, Giappichelli, Torino, 2015.

Altre informazioni