Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2015/2016
Tipologia di insegnamento: 
Affine/Integrativa
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in ECONOMIA E COMMERCIO
Sede: 
Napoli
Settore disciplinare: 
SCIENZA DELLE FINANZE (SECS-P/03)
Crediti: 
9
Anno di corso: 
3
Docenti: 
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
72

Obiettivi

Lo scopo del corso è quello di fornire agli studenti gli elementi teorici di base per affrontare lo studio dell’economia del settore pubblico e delle sue interazioni con il settore privato. L’attenzione viene focalizzata sugli aspetti macroeconomici e microeconomici che spiegano l’intervento pubblico nel sistema economico mediante politiche di bilancio e/o di regolamentazione; l’imposizione tributaria e fornitura pubblica di beni privati.

Risultati di apprendimento attesi:

Conoscenza e capacità di comprensione: lo studente deve dimostrare di conoscere i principali strumenti analitici per analizzare, dal punto di vista economico, gli ambiti e le finalità dell’intervento del settore pubblico nelle economie di mercato come risposta ai fallimenti del mercato.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: lo studente deve dimostrare di aver acquisito le conoscenze dei fondamenti teorici di un approccio economico al ruolo del settore pubblico nell’allocazione e redistribuzione delle risorse e di saperle coniugare con abilità operative, sia nella interpretazione di specifici interventi di politica economica da parte delle istituzioni deputate sia nella comprensione degli strumenti di gestione delle risorse implementate a livello nazionale nei diversi settori (sanità, istruzione, pensioni, assistenza…).
Autonomia di giudizio: lo studente deve dimostrare di essere in grado di fornire una valutazione autonoma delle politiche di intervento pubblico mirate a conseguire una redistribuzione delle risorse economiche nel rispetto dei principi di equità ed efficienza.
Abilità comunicative: lo studente deve avere la capacità di utilizzare correttamente la terminologia economica per dissertare sugli argomenti dei quesiti della prova scritta prevista per l’esame finale, nonché per presentare le discussioni seminariali che avranno luogo durante lo svolgimento delle lezioni.
Capacità di apprendimento: lo studente deve aver acquisito una capacità di apprendimento tale da renderlo in grado di conseguire aggiornamenti mediante la consultazione di testi e pubblicazioni scientifiche inerenti il ruolo dello Stato nella gestione delle risorse economiche, applicabili ad approfondimenti successivi nel prosieguo del percorso formativo universitario.

Prerequisiti

Per un’adeguata comprensione dei contenuti del corso è necessario avere acquisito ed assimilato i concetti fondamentali di microeconomia e macroeconomia.

Contenuti

I Modulo – Settore pubblico e mercato (18 ore di lezione)
L’economia pubblica: elementi di definizione. Il ruolo dello Stato in una economia mista. L’equilibrio tra settore pubblico e settore privato. Analisi del settore pubblico. Efficienza del mercato. Teoremi fondamentali dell’economia del benessere. Efficienza nello scambio. Efficienza nella produzione. Efficienza nella composizione del prodotto. Fallimenti del mercato.
II Modulo – Scelte pubbliche (18 ore di lezione)
Analisi delle scelte sociali. Misurazione dei benefici. Misurazione dell’inefficienza. Beni pubblici e fallimenti del mercato. Beni privati forniti dal settore pubblico. Condizioni di efficienza per i beni pubblici. Meccanismi pubblici di allocazione delle risorse. Schemi alternativi per determinare la spesa per beni pubblici.
III Modulo – Ruolo dello Stato nella produzione e interventi nel controllo delle esternalità (18 ore di lezione)
Monopolio naturale e produzione pubblica di beni privati. Fonti di inefficienza nel settore pubblico. Il problema delle sternalità. Soluzioni private alle esternalità. Fallimenti delle soluzioni private. Rimedi pubblici alle esternalità. La protezione dell’ambiente: il ruolo dello Stato in pratica.
IV Modulo – Il sistema tributario (18 ore di lezione)
Concetti introduttivi al sistema tributario: le cinque caratteristiche desiderabili. Uno schema generale per la scelta tra sistemi impositivi. L’incidenza delle imposte in mercati perfettamente concorrenziali. Incidenza delle imposte in mercati non concorrenziali. L’effetto di imposte sopportate dai consumatori. Quantificare le distorsioni. Gli effetti di imposte sopportate dai produttori. Le imposte sul risparmio. Le imposte sul reddito da lavoro.

Metodi didattici

Verifica dell'apprendimento

L’obiettivo della prova d’esame consiste nel valutare il livello di raggiungimento degli obiettivi formativi. L’esame prevede una prova scritta strutturata con domande aperte a carattere argomentativo ed analitico, mirate a valutare il grado di approfondimento delle conoscenze teoriche generali. Gli studenti dovranno rispondere alle domande dimostrando la capacità di esporre con terminologia appropriata i contenuti tecnici, le definizioni, e le nozioni di base acquisite con il loro studio, e saper analizzare con supporto grafico i principali modelli teorici presentati durante il corso. La prova scritta si compone di 6 domande aperte.
Modalità di svolgimento del corso:
Il corso è svolto attraverso lezioni frontali durante le quali verranno analizzati gli argomenti del programma. Durante le lezioni sono previste discussioni seminariali da parte degli studenti su casi specifici di interventi di politica da parte del settore pubblico nei diversi ambiti.

Testi

Stiglitz Joseph E. (2003) Economia del Settore Pubblico, Volume primo- Fondamenti teorici, seconda edizione. Editore Ulrico Hoepli, Milano (i primi 11 capitoli).

Altre informazioni