Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2013/2014
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Settore disciplinare: 
DIRITTO PROCESSUALE PENALE (IUS/16)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
14
Anno di corso: 
4
Docenti: 
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
112

Obiettivi

L’insegnamento approfondisce le dinamiche del processo penale e i soggetti di esso, così da fornire allo studente una preparazione adeguata nello specifico settore, per potersi indirizzare alle diverse mansioni del giurista, in particolare alle professioni legali e alla magistratura. A tale scopo, lo studio manualistico viene affiancato dalla lettura delle norme contenute nel codice di rito penale e nelle leggi complementari, per abituare lo studente a utilizzare strumenti normativi utili a dirimere le problematiche processuali.
Obiettivi formativi specifici sono dunque la conoscenza e comprensione delle caratteristiche del processo penale e dei principi fondamentali che lo sorreggono, nonché l’acquisizione di idonee competenze sulle concrete modalità di svolgimento dello stesso.
Tappa fondamentale di tale percorso formativo risulta essere, accanto all’approfondimento della normativa codicistica, lo studio critico della giurisprudenza anche comunitaria. Lo scopo è contribuire alla formazione di giuristi in grado di operare anche in ambito giudiziario internazionale che rappresenta un momento imprescindibile per stimolare nello studente un’autonomia di valutazione e di giudizio.
Proprio in questa prospettiva il corso sarà caratterizzato da lezioni teoriche e da un confronto con avvocati e professionisti del settore nell’analisi di casi pratici o nello studio di provvedimenti giurisdizionali, per verificare la capacità di applicare conoscenze e comprensione, formulando soluzioni interpretative originali da condividere attraverso adeguate abilità comunicative. Al termine del corso, gli studenti frequentanti sono invitati ad assistere ad una udienza dibattimentale penale, durante la quale potranno constatare l’applicazione delle regole processuali apprese e che, poi, commenteranno in aula, sviluppando così autonomia di giudizio e capacità di applicare conoscenza e comprensione.
Sarà approfondita anche la normativa sulla responsabilità penale delle persone giuridiche, completando la formazione dello studente e preparandolo anche ad affrontare un contesto lavorativo aziendale.
Nello specifico, il corso mira a far acquisire le seguenti competenze e capacità:
I)Conoscenza, capacità di comprensione e capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Il corso offre strumenti per comprendere la disciplina generale del processo penale e dei singoli istituti processuali, alla luce delle evoluzioni dottrinarie e giurisprudenziali, nonché della normativa interna ed europea. L’attenzione al profilo metodologico, poi, consente una riflessione sull’interpretazione della disciplina in una prospettiva sistematica e attenta ai principi costituzionali. Il corso si caratterizza per un approccio critico e pratico. La trattazione dei diversi istituti processuali unisce all’esegesi del dato normativo la sollecitazione a riflettere sulle implicazioni pratiche della normativa esaminata, sulle relative criticità operative e sui possibili conflitti riscontrabili nella prassi. Ciò contribuisce a formare operatori del diritto capaci di trasferire le conoscenze teoriche acquisite sul piano concreto, rappresentato dalle questioni affrontate dalla giurisprudenza di volta in volta oggetto di studio
II)Autonomia di giudizio:
Siffatto approccio metodologico, lo studio delle discipline, della giurisprudenza e delle tesi dottrinarie mirano a stimolare nello studente autonomia di giudizio e capacità di interpretare criticamente i testi giuridici, al fine di individuare soluzioni concrete adeguate agli interessi in gioco
III)Abilità comunicative:
La consultazione di norme e sentenze, la riflessione e discussione sulle diverse tesi proposte in dottrina favorisce l’acquisizione di un linguaggio giuridico adeguato e lo sviluppo delle capacità dialettiche e argomentative.

Prerequisiti

Per poter sostenere l'esame occorre aver già superato l'esame (propedeutico) di Diritto penale

Contenuti

PARTE GENERALE: 13 CFU (104 ORE)
PARTE SPECIALE: 1 CFU (8 ORE)

Metodi didattici

Lezioni frontali.
Partecipazioni a seminari e workshop.
Partecipazione ad udienza dibattimentale

Verifica dell'apprendimento

La prova di verifica è orale.
La prova verterà sui principali argomenti trattati durante il corso, in particolare:
1/2 domande sulla parte statica (soggetti, atti, prove); 2/3 domande sulla parte dinamica (dalla notizia di reato alle impugnazioni, misure cautelari, procedimento speciali); 1 domanda sulla parte speciale

Testi

Testi consigliati:
MODULO A:
AA.VV., Manuale di procedura penale, Giappichelli, Torino, fino alla Parte XV esclusa.
MODULO B:
A. TRAVERSI - S. GENNAI, Diritto penale commerciale, Padova, CEDAM, Ult.Ed., pp. 247-272.

E' indispensabile utilizzare l'edizione più recente reperibile in commercio del codice di procedura penale, da aggiornare con le eventuali modifiche successive.

Altre informazioni