Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2014/2015
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea Magistrale Ciclo Unico 5 anni in GIURISPRUDENZA
Settore disciplinare: 
DIRITTO COMMERCIALE (IUS/04)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
14
Anno di corso: 
3
Docenti: 
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
112

Obiettivi

Gli obiettivi formativi consistono nell’acquisizione di:
A)conoscenza analitica dei singoli istituti del diritto commerciale e delle loro reciproche interrelazioni;
B)consapevolezza delle logiche di produttività ed efficienza economica e delle logiche di mercato;
C)visione d’insieme delle dinamiche del diritto dell’impresa e delle società.
Al termine del corso lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito:
Conoscenza e capacità di comprensione
- conoscenza degli istituti del diritto dell’impresa e delle società e dei principi dei contratti di impresa e degli elementi del diritto della crisi di impresa e dei mercati finanziari;
- consapevolezza delle interrelazioni della disciplina del diritto commerciale con l’assetto sociale ed economico e del loro reciproco condizionamento.
Capacità applicative
- capacità di orientarsi tra le fonti normative e giurisprudenziali così da poter esprimere opinioni e pareri e formulare decisioni e giudizi e capacità di risolvere questioni e problemi in materia di diritto commerciale.
Tali capacità saranno acquisite mediante sia lezioni frontali sia, ove occorra, strumenti multimediali; mediante altresì seminari. Implicano studio del manuale e confronto con i testi normativi e decisioni giurisprudenziali e atti della produzione pratico-operativa.
Per l’utilità, in particolare, agli studenti che intendono svolgere professione di avvocato o notaio o intraprendere carriera di magistrato o svolgere attività di consulenza o supporto legale a favore di imprese e istituzioni economiche.
La verifica avverrà al termine del corso attraverso esami orali individuali, eventualmente, a seconda delle esigenze che si possano riscontrare, preceduti da esami scritti.
Autonomia di giudizio
- capacità di approfondire in modo autonomo le conoscenze acquisite; di conseguire, nel tempo, una sempre più elevata capacità critica e di giudizio.
La verifica avverrà durante le lezioni e/o i seminari mediante discussioni su materiale casistico.
Abilità comunicative
- capacità di dialogare e comunicare oralmente e per iscritto, in modo chiaro ed efficace, anche con specialisti di materie giuridiche e con operatori economici.
All’uopo saranno sollecitati interventi orali durante le lezioni e i seminari.
Capacità di apprendimento
- capacità di intendere e valutare criticamente questioni teoriche e problemi pratici di diritto commerciale; accedere, selezionare e studiare la dottrina e la giurisprudenza del diritto commerciale.
A tal fine sarà commentato materiale dottrinale e giurisprudenziale.

Prerequisiti

Per comprendere il contenuto delle lezioni e dei seminari e confrontarsi adeguatamente con il materiale didattico, così da poter raggiungere gli obiettivi formativi del corso, lo studente dovrà aver acquisito conoscenze di base degli istituti e dei principi del diritto privato.

Contenuti

PRESENTAZIONE DEL CORSO E INTRODUZIONE AL DIRITTO COMMERCIALE -L’IMPRENDITORE(31): l’imprenditore in generale; l’imprenditore individuale; gli elementi di identificazione dell’imprenditore; imprenditore pubblico e privato; gli statuti degli imprenditori; il registro delle imprese e la pubblicità; le scritture contabili; gli ausiliari dell’imprenditore; l’azienda; la concorrenza; i consorzi e le altre forme di integrazione fra imprese; incapaci e impresa; patto di famiglia gli imprenditori collettivi. LE SOCIETA’: introduzione e questioni generali(10): il contratto; le società di fatto; l’oggetto sociale; lo scopo di lucro; la società di fatto; la società apparente e la società occulta; soggettività e personalità giuridica; autonomia patrimoniale perfetta e imperfetta; partecipazione di società in società; conferimenti, patrimonio, capitale; utili e perdite. Le società di persone(10). Le società di capitali(46): i gruppi di società; lo scioglimento e la liquidazione delle società di capitali; la trasformazione, la fusione, la scissione. Le società cooperative(6) I CONTRATTI DELL’IMPRENDITORE(4): lineamenti generali. I TITOLI DI CREDITO(4): i titoli di credito in generale; i titoli di credito cambiari. IL MERCATO MOBILIARE(4): introduzione; l’appello al pubblico risparmio; i servizi e le imprese di investimento; gli investitori istituzionali; i mercati; i controlli, lineamenti generali LE PROCEDURE CONCORSUALI(4): lineamenti generali.

Metodi didattici

Lezioni frontali, con l’ausilio di materiale didattico, integrate da seminari

Verifica dell'apprendimento

1. Numero delle prove che concorrono alla valutazione: 1
2. Obiettivo della prova: la prova è finalizzata a verificare le conoscenze e competenze acquisite dagli studenti, con particolare riferimento alla capacità di analisi ed argomentazione critica degli istituti e delle relative problematiche di ordine pratico.
3. Modalità di somministrazione: orale
4. Tempistica di svolgimento: secondo il calendario di esami
5. Durata: circa 30 minuti
6. Tipologia: colloquio
7. Misurazione conclusiva della prova d’esame: lo studente raggiungerà il punteggio minimo qualora riuscirà a dimostrare l’acquisizione di conoscenze di base relative al sistema istituzionale del diritto commerciale. Lo studente raggiungerà il punteggio massimo quando dimostrerà di aver raggiunto pienamente i risultati attesi, conformemente ai descrittori di Dublino.

Testi

Alternativamente:
-VINCENZO BUONOCORE (a cura di), Manuale di diritto commerciale, Giappichelli, Torino, ultima edizione, relativamente agli argomenti in programma;
-GIAN FRANCO CAMPOBASSO, Diritto commerciale, vol I, II, III, UTET, Torino, ultima edizione, relativamente agli argomenti in programma;
-M.CIAN (a cura di), Diritto commerciale, vol. I, II, III, IV, Giappichelli, Torino, ultima edizione, relativamente agli argomenti in programma.
Lo studio dell’esame deve essere accompagnato ed integrato dalla lettura di un codice civile (e delle leggi complementari in special modo avendo riguardo alle ultime modifiche normative).

Altre informazioni

Propedeuticità: ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO.