Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2014/2015
Tipologia di insegnamento: 
Base
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea Magistrale Ciclo Unico 5 anni in GIURISPRUDENZA
Settore disciplinare: 
DIRITTO PRIVATO (IUS/01)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
14
Anno di corso: 
3
Docenti: 
Prof. GRASSI Ugo
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
112

Obiettivi

Il corso mira a fornire allo studente un’adeguata conoscenza del diritto dei contratti, alla luce della normativa e della giurisprudenza, interna ed europea. Lo studio dei diversi profili dell’autonomia contrattuale (dalla formazione del vincolo, agli elementi costitutivi, fino, più in generale, ai limiti all’esercizio del potere negoziale) si realizza nel costante confronto con l’evoluzione normativa e giurisprudenziale, nonché con gli sviluppi della dottrina. Non si trascura, inoltre, lo studio del diritto dei contratti in una prospettiva transfrontaliera, imposta dal processo di globalizzazione dei mercati. Si offre, così, allo studente una lettura critica ed attuale dell’autonomia contrattuale, oggetto, soprattutto nell’ultimo ventennio, di numerose riforme (si pensi al diritto dei consumatori) che hanno profondamente inciso sulla stessa. Al contempo, gli approfondimenti proposti sul sistema delle fonti e dell’interpretazione, nonché sulla disciplina delle garanzie nella vendita, mirano a sollecitare la riflessione sul metodo giuridico e sulla necessità di individuare la disciplina applicabile in relazione agli interessi concreti.

Più nello specifico, il corso mira a far acquisire le seguenti competenze e capacità:

I) Conoscenza e capacità di comprensione:
il corso offre gli strumenti per comprendere la disciplina generale del contratto e dei singoli tipi contrattuali, alla luce delle evoluzioni dottrinarie e giurisprudenziali, nonché della normativa interna ed europea. L’attenzione al profilo metodologico, inoltre, consente una riflessione sull’interpretazione della disciplina negoziale in una prospettiva sistematica e assiologica.

II) Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Il corso si caratterizza per un approccio critico e pratico. La trattazione dei diversi profili dell’autonomia negoziale non si ferma all’esegesi del dato normativo, ma mira a sollecitare la riflessione degli studenti sulle implicazioni pratiche della normativa esaminata, sulle relative criticità operative e sui possibili conflitti riscontrabili nella prassi.

III) Autonomia di giudizio:
Il delineato approccio metodologico, lo studio delle discipline, della giurisprudenza, delle tesi dottrinarie e il confronto con le esperienze straniere mirano a stimolare l’autonomia di giudizio dello studente e la sua capacità di interpretare criticamente i testi giuridici. Ciò al fine di individuare soluzioni concrete adeguate agli interessi in gioco.

IV) Abilità comunicative:
La consultazione dei testi normativi e delle sentenze, accompagnata dalla riflessione e dalla discussione sulle diverse tesi proposte in dottrina (sul diritto dei contratti e sul metodo interpretativo), mira a favorire sia l’acquisizione di un linguaggio giuridico adeguato sia lo sviluppo delle capacità dialettiche e argomentative.

V) Capacità di apprendimento:
La capacità di apprendimento è stimolata dalla sottoposizione agli studenti di ‘casi’ sui quali discutere, con particolare attenzione alla disciplina applicabile e alle possibili soluzioni prospettabili. Nell’ambito del corso verrà, inoltre, fornito materiale di approfondimento (testi di sentenze, articoli di dottrina, ecc.).

Prerequisiti

Per poter sostenere l'esame di diritto civile è necessario aver già superato l'esame di Diritto privato

Contenuti

Prima parte (88 ore - 11 cfu): la disciplina generale del contratto.
Seconda parte (24 ore - 3 cfu):i profili del contratto nel sistema italo europeo delle fonti.

Metodi didattici

Lezioni frontali

Verifica dell'apprendimento

La verifica dell’apprendimento e degli obiettivi didattici avviene attraverso una prova orale.
Il colloquio mira a valutare l’adeguata conoscenza degli istituti giuridici oggetto di studio e la capacità di analisi in chiave problematica.
Al termine del colloquio, della durata di circa 30 minuti, viene espressa una valutazione in trentesimi.

Testi

Parte generale: C.M. BIANCA, Diritto civile, 3, Il contratto, Giuffrè, ult. ed. oppure F. GALGANO, Corso di diritto civile, Il contratto, Cedam, ult. Ed.
Parte speciale: P. PERLINGIERI, Il diritto civile nella legalità costituzionale secondo il sistema delle fonti italo-comunitario, tomo I, Esi, ult. ed., limitatamente ai capitoli 5, 7 e 8.
- U. Grassi, Sistemi di tutela dell'acquirente, Napoli (Esi), 2015.

Altre informazioni