Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

30/11/2018 - 01/12/2018

L’Unione europea è oggi messa di fronte all’esigenza di ripensare il modello di integrazione, soprattutto al fine di arginare le sempre più pressanti istanze sovraniste che, oltre che nel dibattito politico, si manifestano sotto forma di scontro fra le Corti, tentativi di emulazione della Brexit, violazioni dei valori fondanti, protezionismo commerciale.
Nel contempo, il cambiamento dello scenario globale impone che l’Unione si sforzi di acquisire un nuovo protagonismo rilanciando la politica comune di difesa, impegnandosi nuovamente nell’esportazione dei propri valori verso i Paesi terzi, assumendo la responsabilità diretta della gestione di emergenze quali le migrazioni.
Va, altresì, evidenziata l’urgenza di risposta alle rivendicazioni degli individui in termini di garanzia multilivello dei diritti, di maggiore trasparenza delle procedure legislative e di più ampio coinvolgimento nel processo decisionale.
Tutti questi problemi sottendono in realtà il tema da tempo dibattuto della dimensione politica dell’UE, la cui tenuta – e in alcuni casi la cui stessa esistenza – è messa in discussione dalle forze politiche euroscettiche e nazionaliste, dalle sempre più pressanti richieste di democrazia diretta, dalla difficoltà dei partiti europei di imporsi come efficaci veicoli di rappresentanza.

sovranazionalita_30_1.jpg