Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

03/05/2018

L’incontro, moderato dal Caporedattore de ‘Il Sole24Ore’ Luca de Biase, è stato introdotto dagli interventi di saluto del Rettore Alberto Carotenuto e del Presidente Unione Industriali di Napoli Ambrogio Prezioso.

‘La cyber security è una priorità sia a livello nazionale che europeo – ha sottolineato il Rettore - e le università raccolgono con coraggio e responsabilità la grande sfida a cui sono chiamate. In particolare, l’Università “Parthenope” è uno dei nodi del Laboratorio Nazionale Cyber Security del CINI – Cybersecurity National Lab’. 

Compito di fare gli onori di casa al prof. Luigi Romano, Prorettore all’Internazionalizzazione dell’Ateneo e Responsabile del Nodo Parthenope del Lab. Nazionale CINI che ha sottolineato l’importanza sempre crescente che questo settore assumerà nel prossimo futuro: ‘L’Università Parthenope intende investire nella preparazione dei giovani in materia di sicurezza informatica, infatti da quest’anno abbiamo introdotto il Corso di Laurea in ingegneria della sicurezza dei dati e delle comunicazioni. Il Prof. Romano ha anche ricordato che la Parthenope è stata la sede campana dell’edizione di quest’anno della Cyber Challenge (https://cyberchallenge.it/), l’iniziativa congiunta delle università italiane per preparare la prossima generazione di cyber defenders.

L’appuntamento campano ha messo in luce la necessità di considerare la Cyber Security una priorità : ‘La sicurezza va programmata all’inizio, non dopo tutto il resto’ ha sottolineato il prof. Romano.

Nel corso della giornata di lavori si sono succeduti gli interventi di autorevoli relatori che hanno analizzato le tematiche legate alla prevenzione del cyber crime ed alla gestione della cyber sicurezza, anche con l’analisi di casi specifici.