Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Il corso di Laurea Magistrale in “Economia del Mare” (Maritime Economy) ha l'obiettivo formativo di sviluppare le conoscenze e le competenze legate alle attività ed alle dinamiche competitive di imprese ed organizzazioni presenti nelle filiere industriali afferenti alla cosiddetta “Economia del Mare - (Blue Economy)”, sia a livello operativo che a livello strategico.
In particolare, il corso di studio permette allo studente di acquisire contenuti e metodologie che spaziano dall'economia e dal management alla statistica, alla giurisprudenza fino a tematiche connesse all'innovazione tecnologica, consentendo così ai discenti di far propri competenze e strumenti necessari ad affrontare ed analizzare i processi critici nelle aree di business più rilevanti dell'Economia del Mare, quali ad esempio, il settore dei servizi di trasporto, le attività logistiche associate ai porti, la nautica da diporto, la cantieristica ed il turismo crocieristico. 
Il CdS offre, inoltre, un portafoglio di modelli e tecniche che copre tutte le più importanti problematiche del management delle aziende presenti nel settore marittimo-portuale e le metodologie più avanzate di problem solving, che potranno permettere ai laureati di avere accesso ad un'ampia gamma di opportunità occupazionali.

Nel dettaglio, da un punto di vita disciplinare si evidenziano le seguenti aree di interesse:

i) Discipline economiche (economia applicata, macro e micro economia); lo sviluppo del commercio internazionale e i suoi principali driver, la delocalizzazione e la frammentazione delle catene produttive, lo studio dei cicli di trasporti mono-modali e intermodali, le caratteristiche e le proprietà delle infrastrutture di trasporto, le soglie di convenienza economica nelle scelte tra modi di trasporto, interazione tra porto e città e gestione di esternalità negative e dei relativi conflitti di carattere sociale (uso dello spazio, inquinamento, congestione, etc.), lo studio di settore nel settore del turismo crocieristico, etc.

ii) Discipline aziendali (economia e gestione delle imprese, economia aziendale, finanza aziendale, organizzazione aziendale); profili organizzativi e gestionali delle imprese di navigazione e delle società terminalistico-portuali, elementi di public management per comprendere le specificità gestionali delle Autorità Portuali (soggetti ibridi che coniugano funzioni regolatorie e autoritative con funzioni di carattere imprenditoriale/commerciale), definizione e implementazione delle strategie a livello business e corporate, strategie collaborative di tipo orizzontale nel trasporto marittimo (conference, consorzi e alleanze strategiche) e nel settore portuale (equity joint-venture), Logistics & Operations Management nelle attività portuali (carico-scarico delle navi, manovre ferroviarie, yard &ship planning, etc.), strategie di marketing management nelle imprese di trasporto (B2B e B2C) e nelle Autorità Portuali (marketing territoriale e gestione delle relazioni con le altre pubbliche amministrazioni), la pianificazione portuale e il forecasting, project management nelle infrastrutture di trasporto, gestione degli investimenti e dei finanziamenti nelle imprese marittime e portuali, controllo di gestione e utilizzo di Key Performance Indicators (KPIs), gestione del personale nelle imprese portuali.

iii) Discipline giuridiche; le responsabilità dei vettori nei modi di trasporto, le assicurazioni marittime, le leggi di riforma portuale e gli assetti di governance portuale a livello sistemico (modello landlord latino e anseatico), le concessioni portuali (tipologie e modalità di assegnazione) e le public private partnerships (clausole, regimi di responsabilità etc.), regolamentazione nel campo della pianificazione (in relazione ai porti e alle infrastrutture terrestri), le normative che disciplinano il procedimento amministrativo (progettazione esecutiva e definitiva, gestione degli appalti, etc.), disciplina del lavoro portuale e dei marittimi, la registrazione del naviglio e il fenomeno delle flag of convenience, le regolamentazioni internazionali in campo ambientale e in relazione alla sicurezza dei marittimi, la disciplina degli aiuti di stato e la regolamentazione antitrust a livello UE.

iv) Discipline di area quantitativa (matematica applicata, teoria delle decisioni); principali metodologie e strumenti di ottimizzazione statica e dinamica, teoria delle

decisioni e teoria dei giochi cooperativi e non-cooperativi, con particolare riguardo alle applicazioni nell'ambito dell'economia industriale e del management delle imprese del comparto marittimo. Problemi di ottimizzazione relativi alla logistica dei trasporti (problema del cammino minimo dei trasporti, problemi complessi di distribuzione delle merci in ambito urbano, etc.). Tecniche di simulazione e analisi di scenari per la definizione d'investimenti alternativi, strumenti di supporto per le decisioni aziendali. Metodi statistici applicati alle ricerche di mercato in ambito croceristico e metodi di previsione della domanda di trasporto.


Durante il primo anno, il curriculum del corso di studi consente l'acquisizione di conoscenze avanzate negli ambiti disciplinari aziendale (SECS-P/08, SECS-P/09, SECS-P/10 e SECS-P/11), economico (SECS-P/01 e SECS-P/02) e statistico-matematiche (SECS-S/03 e SECS-S/06), con specifico riferimento agli obiettivi del corso.
Al secondo anno il piano di studio prevede discipline focalizzate sulle problematiche che devono essere affrontate dai manager nelle scelte strategiche di gestione delle aziende marittimo-portuali. In particolare le attività caratterizzanti e affini si focalizzano su tematiche di management (SECS-P/08), economico (SECS-P/06), statistico-matematiche (SECS-S/03 e SECS-S/06) e su discipline giuridiche (IUS/05 e IUS/06).
Sono previsti, inoltre, accertamenti sulle abilità linguistiche, un esame a scelta dello studente, uno stage in azienda per 3 CFU (o attività sostitutive) e la tesi finale, di tipo sperimentale, svolta sotto la guida di un docente relatore e di un docente correlatore.

Ultimo aggiornamento: 11/07/2018 - 09:35